Slider

Mistborn. L'ultimo impero di Brandon Sanderson | Recensione

domenica 26 aprile 2015

Oooops! Questo post è un po' in ritardo ma ero super convinta di averlo già pubblicato xD
Oggi voglio parlarvi di un fantasy che ho amato e che non mi ha mai annoiata nonostante le sue 700 e passa pagine. Una storia piena di avventura e di allomanzia, un potere veramente singolare che consente di sfruttare i metalli per affinare delle abilità.
I protagonisti mi sono rimasti nel cuore, per motivi diversi: Kelsier mi ha affascinata, me lo sono immaginata come un uomo maturo sempre sorridente in grado di darti forza nonostante i dolori subiti; Vin è simile a me, una cosetta pelle e ossa senza amici che si sente inutile. Ho apprezzato molto la loro crescita e il loro rapporto, molto tenero. Ecco qui il video dove ne parlo più nel dettaglio :)


Trovate il libro in italiano come ebook qui
Ora, mi piacerebbe parlare un po' meglio delle cose che mi sono piaciute, tuttavia non potrei farlo senza spoiler, quindi se non avete letto il libro, fermatevi qui.
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Da quando Kelsier "assume" Vin nella sua banda la storia si fa nettamente più intrigante, perché le insegna le basi dell'allomanzia, in modo che anche noi possiamo saperne di più. E la cosa più bella è stata avere piccole informazioni nel tempo, è bello scoprire pian piano cos'è questo potere e vedere come Vin ne fa uso.
L'ambientazione è molto cupa: fuori nelle strade regna la miseria e dentro i castelli il lusso. Avrei voluto essere Vin ai balli in quei abiti bellissimi e poi Elend...oddio! Quando è entrato in scena per la prima volta mi son detta "no ciao, ti amerò" e così è stato, un rampollo ribelle e intellettuale! Sono contenta che alla fine lui non abbia tradito Vin. Poi Sazed mi ha colpita molto, il suo fare misterioso, la sua conoscenza sul mondo, la feruchemia. Chi ha scritto questa storia l'ha fatto dando talmente tanti dettagli e motivazioni che alla fine tu ci credi che esistano questi poteri, sono veramente plausibili.
Ora, quando è arrivata la morte di Kelsier io ero lì a leggere tranquilla ed è successo tutto troppo in fretta, ho riletto quel passaggio 5 volte perché non potevo crederci. Continuavo a dirmi "adesso ritorna, ha fatto solo finta" e invece no. Mi è dispiaciuto molto :(
Sono contenta che Vin non sia riuscita subito a capire come uccidere il Lord Reggente, ho un po' sofferto quando è stata catturata, ma in questo modo la sua vittoria è stata veramente un punto epico nella storia. Ora sono curiosa di vedere le conseguenze di questa azione, ho il presentimento che si farà vivo il cosiddetto "Baratro" e sono curiosa anche di sapere di più sul pozzo dell'Ascensione. Vedremo nel prossimo libro :)
CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan