Slider

IL POZZO DELL'ASCENSIONE Brandon Sanderson | Recensione

venerdì 19 giugno 2015


Titolo: Mistborn. Il pozzo dell'Ascensione
Autore: Brandon Sanderson
Anno: 2007
Editore: Fanucci
Pagine: 809
Prezzo: 9,99€ (ebook)

"Il pozzo dell'Ascensione" è il secondo libro della trilogia Mistborn, se non avete letto il primo libro forse questa recensione potrebbe contenere degli spoiler. In ogni caso, qui trovate la mia recensione del primo libro che vi consiglio vivamente. 

Trama
La storia è ambientata un anno dopo la caduta del Lord Reggente, l'Ultimo Impero si è diviso e le Dominazioni sono reclamate dei tiranni. Luthadel, la capitale del Lord Reggente, è ora governata dal giovane Elend Venture che cerca di creare un governo giusto dando voce anche agli skaa. Vin è sempre più potente e protegge il suo amato Elend. Gli altri membri della banda di Kelsier affiancano Elend nel suo operato, tuttavia alle porte della città ci sono eserciti nemici che minacciano il precario governo Venture. Oltre a questo, le nebbie stando cambiando, si affacciano anche durante il giorno e uccidono le persone. Fra intrighi, tradimenti, dilemmi morali e scontri mozzafiato, Vin e gli altri dovranno fronteggiare nemici agguerriti e minacce sovrannaturali, per scoprire cosa accadde al Pozzo dell’Ascensione all’uomo che divenne il lord Reggente... ma la verità potrebbe rivelarsi più sconcertante di quanto potessero immaginare.

"Faremo quello che Kelsier ci ha insegnato, Vin. Sopravvivremo"

La mia recensione
Una storia molto avvincente, piena di azione, misteri e tanti colpi di scena! Come nel primo libro, all'inizio la storia è un po' lenta, probabilmente perché la parte politica è predominante,  ma è un continuo crescere di azione e di mistero. Ci sono tante cose rimaste in sospeso dopo la caduta del Lord Reggente: cosa accadde al pozzo dell'Ascensione? Cos'è il Baratro? Questo secondo libro è molto più intrigante, soprattutto dalla metà in poi mi ha tenuta incollata alla lettura. La storia è molto originale e mai scontata, così come i suoi personaggi che adoro! Oltre ad amare Vin, Elend e Sazed, sono riuscita ad affezionarmi anche a Zane, un personaggio molto ambiguo ma dal passato difficile e OreSeur, una creatura delle nebbie su cui si sa veramente poco. La narrazione avviene da molti punti di vista, di quasi tutti i personaggi, ma questo non rende la storia confusionale, anzi, la rende più autentica e permette di apprendere meglio quello che sta succedendo. Una cosa che apprezzo molto di questa serie è l'alternanza fra scene d'azione e parti riflessive: tutti i personaggi si interrogano su ciò che è giusto o sbagliato, mettono in discussione se stessi e le loro azioni. Ci sono delle riflessioni e delle metafore veramente bellissime, sia sulla vita che sull'amore, non banali o sdolcinate. Il finale mi ha lasciato con il fiato sospeso fino all'ultima pagina, cosa che raramente mi succede. Lo stile di Brandon Sanderson è veramente accurato, ti fa credere che l'Ultimo Impero esista davvero, così come l'allomanzia e le varie creature sovrannaturali. Continuo a sostenere che questa serie fantasy sia una delle più belle in assoluto.

"Ma la vita non dev'essere così. Non devi trascorrere i tuoi anni nella sfiducia, rimanendo nelle ombre e tenendoti in disparte"

Voto 

CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan