Slider

ONCE UPON A ZOMBIE | Recensione

lunedì 31 ottobre 2016

Titolo: Once upon a dream
Autore: Billy Phillips e Jenny Nissenson
Editore: Gruppo Edicart
Pagine: 350
Prezzo: €14,90

Trama
Caitlin ha appuntamento con Jack, il ragazzo di cui è innamorata, davanti alla tomba di Lewis Carroll. Tutto si aspetterebbe meno che ritrovarsi in un altro mondo. Dalla tomba sbuca infatti una principessa zombie che la condurrà in un regno bizzarro abitato dai personaggi delle fiabe trasformati in zombie! La regina rossa ha scagliato un sortilegio sulla popolazione e le principesse hanno unito le loro forze per far fronte al problema ma necessitano anche dell’aiuto di Caitlin. Riusciranno a salvare il mondo dell’immaginazione e della fantasia dalle tenebre?


La mia opinione
Quando mi hanno proposto di leggere questo romanzo ero entusiasta perché mi piacciono i retelling e le storie che fanno riferimento alle fiabe classiche, inoltre ho letto poche cose sugli zombie ed ero curiosa di vedere come gli autori avrebbero amalgamato i due elementi. Purtroppo sono rimasta un po’ delusa dalla storia. Il romanzo parte con la vita di Caitlin e i suoi problemi scolastici che sono un po’ i classici problemi di ogni adolescente: è innamorata di un ragazzo che forse non la ricambia, le ragazze a scuola fanno le bulle, il ballo scolastico si avvicina e non sa cosa mettere e così via. La svolta si ha quando Caitlin va al cimitero e si ritrova sola (o quasi) ad affrontare problemi dell’altro mondo (letteralmente). Raperonzolo, Biancaneve, Cenerentola, la Bella Addormentata non sono più le belle principesse dei nostri sogni ma temibili zombie assetati di sangue e hanno bisogno di Caitlin. Questo elemento tetro è però smorzato dal carattere delle varie ragazze a volte altezzoso e capriccioso, altre simpatico e divertente, quindi non si tratta di una lettura horror. Insieme affronteranno svariate avventure visitando strani luoghi di questo nuovo mondo perché Caitlin è l’unica che può aiutare le principesse a far tornare tutti normali. La storia mi sembrava un po’ semplice, banale, quasi infantile, ma verso la fine mi ha colpita molto. Si fa cenno ai problemi d'ansia e attacchi di panico di Caitlin ma non si va mai affondo nella questione, c'è poco approfondimento ed è un peccato perché al giorno d'oggi molti giovani soffrono di ansia, è un tema importante a cui si poteva dare più spazio. Il mio personaggio preferito è Natalie ovvero la sorella minore di Caitlin, una ragazza molto attiva, vivace e molto intelligente. Ha reso molti punti della storia più dinamici e divertenti e sono contenta che abbia accompagnato la sorella in questa folle avventura. Ho una sorella più piccola quindi mi sono rivista molto nel loro rapporto. Verso la fine si svelano alcuni meccanismi del mondo delle fiabe che ho trovato interessanti, si trattano temi importanti lanciando un bel messaggio e il finale mi ha sinceramente sorpresa. Caitlin è una ragazza piena di paure, come la maggior parte dei giovani ragazzi, e spesso preferisce far finta che non sia successo nulla piuttosto che affrontare le situazioni difficili. Questa storia lancia un bel messaggio per chi, come Caitlin, ha paura, sta passando un momento difficile della sua vita, spinge a trovare in se stessi la forza per lottare e affrontare le proprie paure. Un po’ come le fiabe della nostra infanzia che sono fatte di fantasia e immaginazione ma che ci insegnano a crescere e lottare per la nostra felicità senza abbandonare i nostri sogni. 
Una lettura piacevole che si legge velocemente grazie al suo stile molto scorrevole, non la classica storia da leggere a Halloween ma comunque ve lo consiglio, soprattutto se vi piacciono le fiabe e se siete molto giovani.

Doni 💭🌸
CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan