Chibiistheway

giovedì 15 giugno 2017

Dagashi Kashi | Prime impressioni

Titolo originale: Dagashi Kashi (だがしかし)
Autore: Kotoyama
Genere: Shounen
Editore: J-Pop
Volumi: 2 editi in Italia (7 in corso in Giappone)
Prezzo: €6,00
Su Amazonhttp://amzn.to/2sb7Rk6

Trama
Il padre di Shikada Kokonotsu gestisce un negozio di caramelle in una piccola area rurale, e spera che un giorno il figlio possa continuare la sua attività. Ma Kokonotsu vuole diventare un mangaka. Un giorno Shidare Hotaru, della famosa azienda di caramelle, va al negozio per fare un'offerta di lavoro al signor Shikada che è disposto ad accettare solo se il figlio proseguirà il suo lavoro.

Non sapevo esattamente cosa aspettarmi da questo manga se non una carrellata di dolci e snack tipici e per fortuna così è stato! Sono una grande appassionata del Giappone e degli snack più strani e in questo manga ogni capitolo è dedicato a uno di questi, ci viene presentato nell'aspetto, i gusti, la sua storia e così via, cosa che ho trovato molto interessante! È una storia che punta tutto sulla simpatia e l'assurdità dei suoi personaggi, a parte Kokonotsu infatti sono tutti eccentrici, un po' strani ed esagerati nei loro atteggiamenti. Questo crea un'atmosfera comica e surreale che mi ha fatto sorridere e ridere a voce alta in un paio di occasioni. Lettura quindi da non prendere troppo sul serio e che, almeno in questo primo volume, non affronta grandissime tematiche. C'è la voglia del protagonista di scegliere il proprio futuro, seguire i suoi sogni ma allo stesso tempo l'importanza della famiglia e le responsabilità che derivano da un'attività che si tramanda di generazione in generazione. Il mio personaggio preferito è Hotaru perché è una ragazza con una grande passione, entusiasta anche per le piccole cose (proprio come me), un po' pazza ma simpatica e con un look invidiabile. Se state cercando una lettura leggera che vi faccia ridere ma che, allo stesso tempo, possa farvi conoscere qualcosa di nuovo sul Giappone ve lo consiglio caldamente :)
Doni 💭🌸

giovedì 8 giugno 2017

ABSENCE il gioco dei quattro | Recensione

Absence, il gioco dei quattro. Chiara Panzuti
Editore: Fazi Editore
Pagine: 336
Prezzo: €15,00
Su Amazonhttp://amzn.to/2rbD9Xg

Trama
Faith, Jared, Scott e Christabel vengono resi invisibili e cancellati dalla memoria dei loro cari da una persona ignota che li coinvolge in un oscuro gioco. Una corsa contro il tempo che da Londra passerà per San Francisco de Quito, in Ecuador, per poi toccare la punta più estrema del Cile, e ancora oltre, verso i confini del mondo.

«Lo schermo è così freddo. Le foto vere mi intristiscono, e non sempre aiutano i ricordi. La gente ne è dipendente ormai, ma secondo me è solo un modo come un altro per non guardare davvero.»


sabato 3 giugno 2017

Mare di Libri TBR ed eventi a cui parteciperò

Mare di libri si avvicina e ho pensato di condividere con voi le letture che intendo fare (e che ho già fatto) per il festival e gli eventi a cui voglio partecipare. Per chi non conoscesse Mare di Libri, brevemente, si tratta di un festival letterario per ragazzi organizzato da ragazzi che si tiene ogni anno a Rimini. Quest'anno si terrà dal 16 al 18 giugno, trovate maggiori informazioni sul loro sito.

Ecco gli eventi a cui parteciperò sicuramente:

Venerdì 16
 Evento n. 1 – ore 14.30, Teatro degli Atti
evento speciale ELOGIO DEL LETTORE
Incontro con Aidan Chambers introdotto da Beatrice Masini

Sabato 17
Evento n. 11 – ore 10.00, Sala dell’Arengo
tutto sull’autore KATHERINE RUNDELL
Incontro con Katherine Rundell intervistata dai ragazzi del gruppo Qualcuno con cui correre junior, coordinati da Matteo Biagi
➥ Evento n. 12 – ore 15.00, Museo della Città, Sala del Giudizio
dentro il libro L’OROLOGIAIO DI FILIGREE STREET

Incontro con Natasha Pulley intervistata da Chiara Codecà
➥ Evento n. 16– ore 11.30, Teatro Galli, Sala Ressi
tutto sull’autore JANNE TELLER
Incontro con Janne Teller intervistata dai ragazzi del gruppo Quelli del Baratta di Mantova, coordinati da Simonetta Bitasi

Domenica 18
➥ Evento n. 35 – ore 16.30, Teatro Galli, Sala Ressi
dentro il libro IL NIDO

Incontro con Kenneth Oppel intervistato da Beatrice Masini con letture di Alessia Canducci
➥ Evento n. 38 – ore 18.00, Sala dell’Arengo
tutto sull’autore KEVIN BROOKS

Incontro con Kevin Brooks intervistato dai ragazzi del gruppo Qualcuno con cui correre senior di Firenze, coordinati da Matteo Biagi
➥ Evento n. 40 – ore 21.30, Teatro degli Atti
buio in sala WE ARE THE CHAMPIONS

Incontro con Dario Moccia e Tuono Pettinato


Ho letto tutti i libri che avevo programmato a parte uno e sono i seguenti:

❏ "Niente" di Janne Teller, un libro di deformazione crudo, immorale e dalle tematiche forti. Un ragazzo sentenzia che nulla abbia senso per cui si ritira su un susino abbandonando scuola e amici. I suoi compagni vogliono fargli cambiare idea raccogliendo oggetti che per loro hanno significato ma entreranno in un circolo vendicativo e la situazione degenererà. Mi ha colpito tantissimo questo titolo proprio per la forza dei temi e il modo in cui vengono trattati.
❏ "La ragazza dei lupi" di Katherine Rundell, una storia carina che non mi ha conquistato pienamente ma mi ha lasciato un bel ricordo. Sembrava di leggere una fiaba sul legame con la natura selvaggia e ho apprezzato molto il rapporto fra la protagonista Feo e i lupi. Lei è infatti un soffialupi, rieduca i lupi alla vita selvaggia. Una storia originale arricchita da bellissime illustrazioni.
❏ "Bunker Diary" di Kevin Brooks, uno dei libri più tremendi che io abbia letto recentemente. Un ragazzo di 16 anni viene rapito e messo in un bunker con sei stanze, sei piatti, sei di tutto ma è solo. Una lettura da non fare a cuor leggero che sottolinea la cattiveria spesso immotivata della gente, la disumanità dell'uomo. Sono ancora un po' devastata perché non è stata una lettura semplice e non ho apprezzato come si conclude l'opera.
❏ "L'orologiaio di Filigree Street" di Natasha Pulley, appena iniziato e devo ancora capire se mi sta piacendo o meno, le premesse sono molto interessati e lo stile di scrittura mi piace. Storia ambientata nel 1883 a Londra fra intrighi e meccanismi, pensavo fosse una storia più del mistero mentre per ora è un po' statica.

Inutile dirvi quanto io sia emozionata quest'anno, ho fatto tante letture interessanti e non vedo l'ora di poter incontrare gli autori e approfondire le loro tematiche. Così come non vedo l'ora di conoscere nuovi autori e lasciarmi ispirare dall'atmosfera del festival perché partecipare a questi eventi e conoscere gente appassionata come me è un'esperienza magica che arricchisce molto. L'anno scorso mi sono divertita un sacco e ho documentato la mia esperienza in questo video, quest'anno non sarà da meno :)
Avete letto alcuni di questi titoli o vi incuriosiscono? Fatemi sapere cosa ne pensate e se parteciperete al festival, mi farebbe molto piacere potervi incontrare :)

Doni 💭🌸

giovedì 1 giugno 2017

In un angolo di cielo notturno | Recensione

Titolo originale: Yozora no sumikko de
Autore: Nojiko Hayakawa
Editore: Flashbook
Genere: Shounen ai
Volume unico
Prezzo: €7,50
Su Amazonhttp://amzn.to/2qmfMLi

Trama
Hoshino incontra dopo 11 anni Sudo, un ex senpai del liceo, nel cortile della scuola elementare dove insegna. Erano entrambi nel club di astronomia e Hoshino ha sempre provato una forte ammirazione per il compagno più grande. In questo nuovo incontro scopre che uno dei suoi allievi, un bambino "problematico", è il figlio di Sudo.


«Per me, che non ero capace di decidere qualcosa da solo e che non riuscivo a fare un passo in avanti senza essermi accertato di dove mettessi i piedi, guardando in basso, il senpai era come una stella che brillava ed era abbagliante»


La mia opinione
Avete presente quando leggete qualcosa di così bello da volerlo rileggere e ammirare per ore? È quello che è successo a me con questo manga. Da subito sono rimasta folgorata dai disegni, bellissimi, un vero spettacolo, soprattutto quando la storia si mescola al cielo e alle stelle. Infatti si fa molto riferimento al periodo in cui i protagonisti facevano parte del club di astronomia e ci sono diverse frasi un po' poetiche al riguardo. I personaggi sono pochi ma decisi, ben delineati e con caratteri diversi. Non sono complessi perché non c'è lo spazio per approfondirli, ma nella loro semplicità sembrano veri e reali, colpiscono per questo. Scopriamo i personaggi un po' alla volta, così come il passato di Sudo e il legame con il figlio. È una storia che parla di crescita, di come si cambia negli anni pur rimanendo sempre gli stessi. Un forte legame fra due persone con caratteri molto diversi che provano a ignorare e nascondere i loro sentimenti senza riuscirci. Akihiro è il personaggio che ho amato di più, non solo perché è bello da far paura, ma perché ha un carattere molto simile al mio: è sentimentale ma tende ad allontanare le persone a cui vuole bene per paura di ferirle e di ferire se stesso. Una volta lessi queste parole a tal proposito: "a volte le persone si costruiscono dei muri, non tanto per tenere fuori gli altri, ma per vedere a chi importa abbastanza da abbatterli" e penso che racchiudano perfettamente questo concetto. Nel complesso la storia è molto tenera e carina, niente di drammatico o strappalacrime ma è in grado comunque di emozionare. Mi sarebbe piaciuta un'intera serie su questi personaggi perché avrei voluto approfondire le loro relazioni, in particolare il legame fra Sudo e suo figlio che ho trovato molto adorabile! Ve lo consiglio caldamente se amate questo genere e state cercando una storia d'amore molto delicata.

«Dietro l'ammirazione era nascosto, anzi, tenevo celato questo sentimento doloroso e triste eppure caldo. Sia adesso che in passato.»
Doni 💭🌸

giovedì 18 maggio 2017

Le mie cover per iPhone 6

Una delle domande frequenti che ricevo su Instagram è: dove hai comprato quella cover? Oggi vi mostrerò quindi le mie cover citando tutti i negozi da dove le ho comprate. Nell'ultimo anno ho comprato cover quasi solo online perché c'è una vasta scelta a un prezzo contenuto. L'unica pecca è che spesso devo attendere più di un mese prima che arrivino ma l'attesa vale quasi sempre.