Slider

CONSIGLI PER RISPARMIARE | Il Kakebo

domenica 31 luglio 2016


Come forse ormai saprete, sono una persona molto ordinata, mi piace ordinare, catalogare e programmare quasi ogni cosa (anche il cassetto dei calzini). Per questo motivo ho sempre tenuto organizzate le mie finanze segnandomi le mie uscite mensili. Tuttavia, mi sono resa conto di non riuscire a risparmiare abbastanza perché mi segnavo esclusivamente le mie uscite, non avevo un vero e proprio piano per mettere da parte i soldi. Con il passare del tempo questa cosa si è fatta sempre più importante e necessaria perché ho grandi progetti per il mio futuro per cui servono soldi. Mi sono imbattuta quindi nel Kakebo: il libro dei conti di casa. Ecco brevemente come funziona.


All'inizio di ogni mese si segnano le entrate e le uscite fisse (stipendio, bollette...) e si fissa quanto si intende risparmiare in quel mese. Facendo la differenza fra i due si ottiene la cifra che si è in grado di spendere nell'arco del mese e la si divide nelle settimane che lo compongono. In questo modo si sa ogni settimana qual è la cifra esatta che non bisognerebbe superare, i soldi di cui si dispone in poche parole. Ogni giorno della settimana è poi diviso in 4 categorie:

- Spese di sopravvivenza: alimentazione, trasporto, medicine
- Optional: shopping, locali, ristoranti
- Cultura: libri, cinema, spettacoli
- Extra: regali, viaggi


A fine mese si tirano le somme: si sommano le spese dividendole prima per categorie e poi facendo il totale e si analizzano gli obiettivi (se sono stati rispettati o meno).

I grandi vantaggi che ho riscontrato sono essenzialmente due:
1- Porsi degli obiettivi mensilmente: quanto si intende risparmiare o quali spese limitare
2- Sapere quanto si è in grado di spendere in una settimana

In questo modo so quando posso concedermi qualche sfizio, quando posso comprarmi qualcosa di non strettamente necessario e quando invece è tempo di rinunce. Posso anche fare progetti a lungo termine: pianificare i miei ordini online, le cene al ristorante piuttosto che a casa, quando fare shopping o regali (perché a me piace fare regali anche se non c'è una ricorrenza particolare). A fine mese posso anche controllare in che cosa spendo la maggior parte dei miei soldi e questo è fondamentale per gli obiettivi nel mese successivo. Non credevo che fosse importante porsi degli obiettivi e invece l'ho trovato quasi decisivo per risparmiare.


Sto compilando il Kakebo da gennaio e devo dire che in questo modo sono già riuscita a risparmiare un bel po'! All'inizio non è stato semplice perché dovevo abituarmi al metodo ma con il tempo è stato sempre più facile portare a termine i miei obiettivi e cominciare a risparmiare. Per fare ciò non è essenziale comprarsi il Kakebo, penso si possa riprodurre e rifare a casa; il segreto sta nell'organizzazione e nel metodo.

Ebbene, questo è il metodo che utilizzo io per mettere da parte qualche soldo, voi come vi organizzate? Conoscevate il Kakebo?

Virtual hugs,
Doni
CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan